Maometto non è mai esistito

Sono state davvero poche le persone che in passato che hanno avuto il coraggio di contestare l’autenticità di “Maometto” dell’Islam, e davvero poche ricerche sono state fatte su questo argomento. Tuttavia, quando si fa qualche verifica, diventa sempre più evidente come Maometto, proprio come “Gesù”, sia immensamente falso e come sia un personaggio creato nient’altro che per il fine di distruggere, profanare e rimuovere l’Antica Conoscenza data all’umanità dagli Dei con la conseguente schiavitù dei Gentili.

L’Islam e il suo falso “profeta” hanno recato indicibili sofferenze all’umanità dal momento della loro creazione. Basta vedere il Medio Oriente e le altre aree e paesi in cui domina l’Islam per constatarlo. La povertà, la guerra, la distruzione, le pratiche contro vita, l’abuso di donne e bambine, la totale mancanza di privacy e di libertà, l’ignoranza e per finire la violenza, hanno tutte quante radici nell’Islam e in Maometto. Per liberare il mondo e le persone Gentili da questa sofferenza, il mondo si deve sbarazzare della bugia che è Maometto.

Ci sono un sacco di prove che dimostrano l’esistenza mai avvenuta di questo personaggio. Ciò che spicca più chiaramente è il fatto che solo le cosiddette “fonti antiche” delle informazioni che concernano la vita di Maometto sono estremamente discutibili e non sono mai state in grado di essere provate come accurate ed autentiche.

Come esempio, la prima “biografia” di Maometto  non ha lasciato niente e oltretutto è datata almeno 100 anni dopo la sua presunta morte. Dire che il tutto è molto sospetto è il minimo, e la domanda che deve sorgere ora è: se Maometto era così importante negli stati islamici, perché le persone hanno aspettato 100 anni per documentare la sua vita ed avvenimenti? Poi, considerando il fatto che Maometto era morto già da 100 anni, la biografia non è potuta essere stata scritta da qualcuno che lo conosceva personalmente, e pertanto l’accuratezza sarebbe stata immensamente discutibile. Questa biografia è conosciuta solamente perché è menzionata in testi molto più recenti, e nessuna copia o nient’altro di simile è mai stata trovato per provare l’esistenza del “profeta” islamico. Perché? Semplicemente perché non è mai esistito.

Ci sono tanti esempi come quello. Esattamente come con il gesù cristiano, l’unico posto in cui la vita ed esistenza di Maometto sono documentate è all’interno del Corano. Al di fuori di esso, non c’è nient’altro.

Il Corano e le pseudo-biografie di questo ipotetico profeta sostengono la sua popolarità, e che le persone, molte delle quali erano potenti nel mondo politico di allora, viaggiarono da ogni dove per assistere ai suoi miracoli e ai suoi insegnamenti. Se questo fosse reale, esisterebbe molta documentazione su cui investigare, e sarebbe un fatto storicamente riconosciuto. Esistono un sacco di documentazioni di Alessandro Magno, Cristoforo Colombo, di tutti i Faraoni Egizi o di altri personaggi storici influenti ed autorevoli da coloro che li hanno visti e che hanno interagito con loro, semplicemente perché erano persone reali che sono esistite in un’epoca reale e sono stati coinvolti in eventi che sono realmente accaduti. E’ nella natura umana documentare eventi ed esperienze allo scopo di preservali in modo che le future generazioni imparino da essi. Tuttavia, come ho già detto, nessuna documentazione di Maometto esiste al di fuori dei testi dell’Islam, i quali essi stessi non si possono proporre come una prova della sua esistenza.

Per quanto riguarda le incisioni sulle monete Arabe Sasanide che menzionano “Allah”, è già stato provato che il nome “Allah” è stato RUBATO dall’Antico Titolo Pagano per il Dio o Dea principale di un’area, vale a dire Al-lah. Al-lah era il “Dio supremo” di una regione. Il Dio Sin della Luna aveva ricevuto questo titolo nella maggior parte dell’Arabia Antica, e ci sono molte analogie tra Sin e “Allah”, dovuto solo al fatto che l’Islam l’HA RUBATO. Questo va molto in profondità ed infatti ho già scritto un articolo su questo.

D’altra parte, le reale documentazione storica che abbiamo è in contraddizione con la versione islamica della storia, che dimostra ancora come l’Islam e il suo profeta Maometto siano falsi.

Come breve esempio, secondo la storia portata avanti dal Corano e dagli altri Testi islamici, l’Islam si diffuse in gran parte dell’Arabia pacificamente e con conversazioni ben accettate tra centinaia di persone. Ad ogni modo, la documentazione storica ci dice che un tale avvenimento non è affatto reale e che il periodo in cui avvenne la diffusione dell’Islam fu un tempo di guerra brutale e selvaggia perpetrata dai portatori dell’Islam contro le popolazioni Pagane che abitavano la Penisola Arabica e i paesi del Medio Oriente. I Templi Pagani furono distrutti, migliaia e migliaia di Antichi Testi Sacri pieni della Conoscenza degli Dei andarono distrutti, il Sacerdozio Pagano fu brutalmente torturato e ucciso, le città furono assediate e rase al suolo e migliaia di persone morirono.

Altri vari reperti che sono stati trovati hanno palesemente contraddetto cosa l’Islam sostiene a livello storico, rivelando una versione della storia completamente diversa.

Oltre a ciò, ancora una volta, possiamo esporre le bugie dell’Islam attraverso il collegamento con il Cristianesimo. Quest’ultimo è già stato dimostrato essere falso. Ogni cosa che ha, è stata palesemente rubata dall’Antico Paganesimo al fine  di schiavizzare e conseguentemente distruggere le popolazioni Gentili. C’è una tonnellata di prove a sostegno di ciò, basta semplicemente leggere gli articoli contenuti nell’Esposizione del Cristianesimo dell’Alta Sacerdotessa Maxine Dietrich per constatare che quello che sto dicendo è vero. Consiglio anche il libro “La Cospirazione di Cristo, la più grande storia mai venduta”, di Acharya S.

[La Sacerdotessa qua si riferisce al collegamento tra Ebraismo, Cristianesimo ed Islam] Quando il nemico diede vita alla sua trinità di bugie, compì il grande errore di collegarle tra di loro innegabilmente e irrevocabilmente. Così, se una cade, cadono anche le altre. Almeno in larga scala.

Si dice che il personaggio di Maometto discenda dal giudaico (un’altro collegamento con gli ebrei, che sono alla radice delle bugie e responsabili dell’asservimento gentile. Maometto è sempre stato descritto come un ebreo stesso, e non come un Arabo/Gentile [“gentile” significa “non ebreo”]) Ishmael, figlio di “Abramo”. Quest’ultimo è stato provato essere fittizio ed è una corruzione rubata dal Dio Indù Brahma (per maggiori informazioni, visita l’Esposizione del Cristianesimo: http://www.itajos.com/go.htm). Come insegna la corrotta storia ebraica, Abramo era famoso per i suoi “molti Figli”. Si tratta di una corruzione palese di Brahma e delle sue “molte forme”. Inoltre, se guardi al fatto di Abramo e di sua moglie Sarah, puoi accorgerti dell’analogia con Brahma e della sua corruzione poiché sua moglie si chiama Saraswati, Dea indù della Conoscenza. Ancora una volta, proprio come tutti i personaggi fittizi inventati dagli ebrei, non esiste assolutamente nessuna prova fisica che Abramo o Ishmael siano mai esistiti. E’ lecito ritenere dunque che tutti coloro i quali si dice che discendano da essi non siano mai esistiti e che pertanto vengano ritenuti come fittizi.

Il collegamento tra Maometto e i personaggi ebraici è ancora un altro messaggio subliminale dell’egemonia giudaica sulle popolazioni Gentili, e non è che l’intero scopo dell’invenzione di questo profeta: schiavizzare i Gentili che sono stati accecati dalla bugia dell’Islam e metterli sotto il controllo degli ebrei nemici e dei loro padroni. Semplice.

Molti degli altri membri presunti della famiglia di Maometto non sono niente di più che versioni rubate e corrotte di Antichi Dei Pagani. Un primo esempio è “Fatima”, la presunta figlia di Maometto, in realtà la CORRUZIONE della Dea Inanna/Isis/Al-Uzza. Ella doveva essere descritta come la madre fertile e “divina” e rappresenta la Femminilità divina.. Anche se, considerando come vengono trattate le donne nell’Islam, qualsiasi riverenza femminile è chiaramente una contraddizione. Ad ogni modo, il personaggio di Fatima è rubato da Al-Uzza, Dea Araba della fertilità, maternità e del pianeta Venere nonché di altre cose. Al-Uzza rappresentava in origine la Femminilità divinità ed era vista come la madre sacra. L’Islam la prese e la corruppe orribilmente in “Fatima”, la cosiddetta donna/madre islamica ideale e con il compito di fare da modello per tutte le donne islamiche. Non c’è differenza rispetto al Cristianesimo dove l’ebrea Maria vergine è stata rubata anch’essa da Inanna/Isis/Al-Uzza. Ancora una volta, è un tema comune in tutti i programmi del nemico.

Inoltre, Maometto è accompagnato da quattro componenti familiari: Ali, Fatima, Hassan e Hussein che possono essere visti anche loro come Allegorie Spirituali rubate e corrotte. I Cinque insieme sono la rappresentazione e la corruzione dei Cinque Elementi dell’Anima. Maometto, Ali, Fatima, Hassan e Hussein = la Quintessenza, il Fuoco, l’Acqua, l’Aria e la Terra, che sono gli Elementi che compongono tutto ciò che esiste e le forze centrali dell’Universo. Questi cinque personaggi sono i principali dell’Islam. Nello stesso modo in cui la Quintessenza ha dato vita al Fuoco e all’Acqua, e in cui ha ulteriormente unito e dato vita all’Aria e alla Terra, Maometto (Quintessenza) ha dato vita a Fatima che ha sposato Ali (Fuoco e Acqua) e che a loro volta hanno dato vita a Hussein (Aria e Terra). La corruzione spirituale/alchemica qua è palese, ed è anche ovvio che questi non sono mai stati personaggi reali, bensì allegorie rubate.

Ci sono innumerevoli altri esempi come questo. Un altro riguarda i “12 Imam”, che sono una fregatura delle 12 costellazioni dello Zodiaco e delle grandi 12 epoche che le accompagnano.

Nel Corano ci sono molti collegamenti tra Maometto e altri personaggi i quali anch’essi si sono dimostrato essere falsi. Un esempio è Mosè che è stato rubato da un bel numero di Antichi Dei Pagani, come gli Dei Egizi Set e Horus (per maggiori informazioni visita l’Esposizione del Cristianesimo). Maometto è frequentemente anche paragonato e legato con gesù, il quale è stato dimostrato essere rubato e fittizio. Un personaggio che è costantemente comparato e così profondamente connesso a personaggi fittizi, è fittizio esso stesso.

Gli eventi che si dice che si siano verificati durante la vita di Maometto non sono nient’altro che Corruzioni Alchemiche. Ecco alcuni brevi esempi (ce ne sarebbero troppi da elencare, ma molti altri saranno trattati in un altro articolo):

  • Il Corano riferisce che quando Maometto era solo un bambino, due uomini gli apparvero e gli tagliarono e aprirono il petto, rimuovendo un grumo nero che procedettero a gettar via. Il grumo nero è la Pietra Filosofale, alla quale molti scritti alchemici si riferiscono . Essa è stata spesso descritta come “Nera”. Questo colore si riferisce al processo alchemico per cui la pietra nera si trasforma e diventa bianca. Il nero è la Base, il Piombo. Come è stato detto prima, la Pietra Filosofale è contenuta nel Chakra del Cuore, perciò ecco perché “la rimossero dal suo cuore”. Nota come l’Islam rimuove la Pietra Filosofale (Vera Energia Satanica, Divinità, ecc) e “la getta via”. Questo è un potente messaggio subliminale.
  • L'”angelo” Gabriele appare prima di Maometto, colpendo il fianco di una collina e causando lo sgorgare di una Primavera. Con essa, egli istruisce Maometto su come eseguire un rituale di abluzione per la purificazione, insegnandogli anche le posture della preghiera, [alcune posizioni islamiche] per essere accompagnate dalla ripetizione dei nomi sacri. Questo è stato “strappato” direttamente dall’Antico Yoga e dalle Pratiche Mantra dell’Estremo Oriente! Chiunque pratichi Yoga e Meditazione sarà in grado di notarlo facilmente, le posizioni che vengono eseguite con i Mantra al fine di aumentare drasticamente la Bioelettricità. Anche se nell’Islam l’energia prodotta è riversata e diretta non nella persona che esegue le posture e i Mantra, bensì al pensiero nemico. Esattamente come ciò, il “colpire la collina, causando lo sgorgare di una primavera” è una corruzione alchemica. I Chakra sono stati spesso rappresentati allegoricamente come colline o montagne in vari Testi Antichi in tutto il mondo, a causa della loro vera forma. La “Primavera” si riferisce agli elisir alchemici che vengono rilasciati e che “sgocciolano” dai Chakra durante il Magnum Opus.
  • Maometto compie un “miracolo” dividendo la Luna Piena in due metà, causando una Luna che brilla su entrambi i lati della montagna. Ancora una volta, la montagna rappresenta i Chakra e la Luna divisa in due rappresenta la polarità dell’Anima.
  • Isra e Miraj; il viaggio notturno e l’ascensione attraverso i Sette Cieli. L’intero evento è una corruzione Alchemica e la fregatura dell’ascensione del Serpente Kundalini lungo i 7 Chakra. La parola “Miraj” significa scala e si riferisce alla spina dorsale su cui il Serpente ascende. Il Corano riferisce che Maometto cavalcò un cavallo alato (un antico simbolo alchemico) nei Circoli del Paradiso – I Chakra. Egli viene portato attraverso ognuno di essi fino a quando in fine non supera il Settimo Cielo e si incontra con “Dio”. E’ palesemente ovvia la corruzione dell’ “Illuminazione” quando Kundalini risale fino al Settimo ed ultimo Chakra (della Corona)[quando Kundalini è totalmente risalito, si raggiunge lo stato divinità. Capito il collegamento?].

Come ho detto prima, ci sarebbero ancora molti altri esempi. E’ palese in tutto il Corano e lascia senza parole come l’Alchimia sia stata rubata e corrotta.

Ciò dimostra che ad essere falso non è solo Maometto, ma anche il Corano. Nel corso delle sue pagine ha professato questi personaggi ed eventi come reali, ma è stato dimostrato il contrario, e cioè che tutti questi individui sono fittizi, RUBATI  e CORROTTI.

Ogni cosa che l’Islam ha, proprio come il Cristianesimo, è stato rubato rubato e corrotto dalle Antiche Religioni Pagane che gli sono antecedenti di migliaia di anni.

 

Fonti:
*Muhammad Sven Kalisch, German Muslim states “likely muhammad never existed”
*MUHAMMAD: his life based on the earliest sources, Martin Lings (Abu Bakar Siraj al-Din), 2006
* Quran (Arabic and English Translation)